Supermercati: addio file alla cassa | In Italia l’iniziativa è già partita

A qualcuno potrà sembrare qualcosa di non veritiero mentre, ad altri, qualcosa che porterà a perdere nuovi posti di lavoro.

Possibile che, anche in Italia, stiano per arrivare i supermercati senza casse? Strano, ma è così. Cerchiamo di capire di cosa si tratta.

Addio alla fila alla cassa nel supermercato? Forse sì: ecco dove
Tuday Conad a Verona – photo web source

Sono state fissate le nuove aperture anche nel nostro Paese, in tutto il 2024.

Novità nel mondo dei supermercati

Una cosa strana o innovativa? Serviranno oppure no? Stiamo parlando dei supermercati senza casse che, a breve, apriranno anche in Italia. Negozi super tecnologici dove gli acquisti diventeranno ancora più smart e veloci. Sembrava essere una fantasia e, invece, sono e saranno presenti e come nel nostro Paese.

Il primo ad aprire è stato a Verona, lo scorso mese di ottobre, il Tuday Conad. All’inizio, lo scetticismo era nell’aria, a partire proprio dai clienti ma, quasi subito, con l’assenza delle casse, si sono resi immediatamente conto come la spesa sia diventata davvero molto più veloce da fare. Nel 2024 sono attese nuove aperture, in particolare, si attendono nuovi punti vendita di Pam ed Esselunga a Milano.

Ma si tratta solo di un “risparmio” in termini di operatori che lavorano alle casse o, anche, di qualcos’altro? Come funziona qui fare la spesa? Partiamo dal fatto che i clienti entrano, scelgono i prodotti da acquistare e non ci sono carrelli, né cassieri. I prodotti vengono presi dagli scaffali e inseriti direttamente nella borsa: all’uscita il cliente dovrà scansionare un codice QR per pagare con bancomat o carta di credito.

Tuday Conad
photo web source

Saranno senza casse: ecco dove

Così facendo, verrà evitata qualsiasi fila alle casse, cosa che rallenta sempre di più, specie negli orari e nei giorni di punta, lo scorrere della vita nei supermercati. Questi negozi sono in grado di monitorare e scansionare gli acquisti del cliente grazie a un sistema di intelligenza artificiale che rileva il cambio di peso sugli scaffali del supermercato stesso.

Ciò che è necessario chiarire è che, comunque, la presenza degli addetti ai lavori ci sarà perché il tutto dovrà essere sempre supervisionato da un occhio umano. Inoltre, i sensori che registrano i prodotti acquistati potrebbero aiutare, anche, a ridurre i furti nei negozi e questo andrebbe a vantaggio delle catene di supermercati.

Una novità da guardare da vicino con molta attenzione.