Sandra Milo ci ha lasciati | Addio all’iconica diva del cinema italiano

È stata la sua musa per tanti anni, lei lo ha ricambiato amandolo. Al tempo stesso, ha accompagnato anche tante generazioni di italiani.

A 90 anni, si è spenta Sandra Milo, star del cinema e della televisione italiana che, proprio in questi ultimi anni, aveva avuto una vera e propria rinascita.

La diva del cinema italiano ci ha lasciati | Addio a Sandra Milo
Sandra Milo – photo web source

Tanti i messaggi di cordoglio arrivati. Ecco il ricordo dell’Italia intera.

Ci ha lasciati una diva del cinema

Tutta la chiamavano affettuosamente ed amichevolmente “Sandrocchia” ma è sempre e rimarrà per sempre la mitica Sandra Milo. È stata la famiglia a rendere noto della sua scomparsa, avvenuta questa mattina. L’artista aveva 90 anni e si è spenta nella sua casa, circondata dall’affetto dei suoi familiari, come lei stessa aveva chiesto.

Quel soprannome così particolare, datole da Federico Fellini. Lei era stata la sua musa e, allo stesso tempo, anche grande attrice del cinema italiano. Era nata nel 1933 a Tunisi e, nel corso della sua lunga carriera, sono stati quasi 70 i film che ha girato e tutti, con grandi registi: dallo stesso Fellini, a Rossellini, ma anche con Zampa, Muccino, Pupi Avati.

Un legame con Fellini che non è finito in breve tempo, è stata la sua amante per 17 anni, come lei stessa confidò, nel 2009, in un’intervista al programma “Porta a porta”, ma anche un legame con Bettino Craxi. Un matrimonio, durato solo 20 giorni, con il marchese Cesare Rodighiero, quando aveva solo 15 anni.

La diva del cinema italiano ci ha lasciati | Addio a Sandra Milo
photo web source

L’addio commosso a Sandra Milo

Poi una lunga relazione, durata 11 anni con Moris Ergas e, infine, l’unione con Ottavio De Lollis. Ciro, Azzurra e Debora i suoi figli. La Milo ha avuto una vita intesa, sia dal punto di vista professionale che sentimentale ed è sempre entrata nel cuore degli italiani e di tutti coloro che l’hanno amata ed apprezzata.

Nel 1959 il suo primo ruolo importante al cinema nel film “Il generale Della Rovere” di Rossellini. È stata, poi, protagonista con Eduardo De Filippo, Vittorio Gassman e Marcello Mastroianni nel film “Fantasmi a Roma” di Pietrangeli. Fellini, poi, la rese protagonista in due suoi film: “8 e ½” e “Giulietta degli spiriti”.

Una carriera che non si è mai interrotta, arrivando fino agli anni più recenti dove ha recitato con Pupi Avati, nel film “Il cuore altrove”, ma anche a teatro con spettacoli come “Il letto ovale”, “Il club delle vedove” e “8 donne e un mistero”.

Buon viaggio Sandra!