Febbre Dengue: come riconoscere i sintomi della malattia spacca ossa

E’ purtroppo ritornata la febbre Dengue. E’ allarme anche in Italia. Ecco di cosa si tratta e come proteggersi.

Alcuni tipi di zanzara sono vettori per la febbre Dengue. Foto Web Source

Di cosa si tratta? Come si può contrarre? Quali sono i sintomi? Di Dengue si può morire? Tutto ciò che c’è da sapere sulla terribile Febbre Spacca Ossa.

Il ritorno della Dengue

E’ notizia recente che la terribile Dengue o Febbre Spacca Ossa sia tornata a flagellare intere popolazioni. Per ora è localizzata in Sud America dove è, purtroppo, endemica. Ma a causa degli spostamenti di uomini e di merci la Dengue si sta diffondendo anche in altre zone del mondo.

In Brasile sono già state contagiate 512.353 mila persone e in Argentina sono già morte già 29 persone. Purtroppo sta arrivando anche in Europa. Ed è per questo che bisogna conoscerla per bene in modo da potersi, per quanto possibile, tutelare.

Febbre Dengue

Per prima cosa c’è da sapere che Dengue è un virus che ha, essenzialmente, 4 ceppi riconosciuti: Den1, Den2, Den3, Den4. E’ una malattia che si può prendere una sola volta nella vita. O, meglio, una per ceppo quindi se si è particolarmente sfortunati ci si può ammalare di Dengue al massimo quattro volte.

E’ una malattia che ha un decorso abbastanza veloce poiché dura al massimo una settimana. Ma i sintomi sono davvero pesanti: mal di testa, febbre molto alta e lancinanti dolori a muscoli ed ossa. Altro sintomo assai comune è l’eruzione cutanea molto simile a quella che compare sul corpo quando si ha il morbillo.

In alcuni casi la Dengue può evolvere in febbre emorragica e questo significa che ai sintomi elencati prima si aggiunge il sanguinamento che può colpire bocca, naso o organi interni.

Cause e trattamento

La Dengue, come detto, è un virus. Ma la trasmissione non è da uomo a uomo. A trasportare la malattia sono alcuni tipi di zanzare. Le zanzare succhiano il sangue a soggetti infetti e lo portano in giro. Una sorta di impollinazione.

Attualmente non esistono cure preventive alla Dengue e il solo modo per impedire il dilagare del virus sta nell’agire su due fattori: ambiente e zanzare.

Il virus infatti si forma laddove vi è umidità e quindi paludi, acquitrini e altri ambienti malsani. Eliminare l’habitat del virus può essere un buon modo per arginarlo. E inoltre bisogna controllare costantemente lo stato di salute delle zanzare e, nel caso, provvedere alla loro eliminazione.

Per quanto riguarda il trattamento visto che la Febbre Spacca Ossa è un virus non esiste un farmaco che possa mandarlo via. Si può solo agire sui sintomi e quindi prendere farmaci per abbassare la febbre (assolutamente NO ad aspirina ed ibuprofene! Questo perché, come scritto, la Dengue può evolvere in febbre emorragica e questi farmaci facilitano l’insorgere delle emorragie) e pomate per le eruzioni cutanee.