Una “botta” di adrenalina pura in Umbria: inaugurato il ponte tibetano più lungo d’Italia

A pochi chilometri da Foligno, in località Sellano, è stato inaugurato un nuovo, lunghissimo, ponte tibetano. E’ record.

E’ il ponte tibetano dei record e si trova in Umbria! Foto Web Source

Un’opera importante, di certo destinata a diventare una importante attrazione, nel pieno del “Cuore Verde d’Italia”, sicuro richiamo per turisti italiani e stranieri.

Allacciate i caschetti!

Aperto al pubblico da sabato 23 marzo 2024, il ponte tibetano, lungo la bellezza di 517 metri (su di uno strapiombo di quasi 200 metri), collega il borgo di Sellano con la località Montesanto: un percorso mozzafiato, sospesi nel vuoto, per ammirare un panorama unico, affacciato sulla splendida Valnerina.

Finanziato con i fondi del P.N.N.R., il ponte è costato quasi 1 milione e mezzo di euro, con la Regione Umbria sicura di renderlo una delle più apprezzate attrazioni turistiche nel medio periodo: del resto il turismo in Umbria sta facendo registrare un aumento continuo di presenze negli ultimi anni.

Ma quanto tempo di vuole per attraversarlo tutto? Secondo i promotori, in 50 minuti si riuscirà a coprire l’intera distanza: ogni 60 metri è stata attrezzata un’area per la sosta, ottimo punto da cui scattare foto panoramiche uniche ed irripetibili.

Sospeso ma sicuro

La sicurezza è al primo posto: il ponte tibetano è un’opera letteralmente sospesa in aria, dunque per attraversarlo tutto sarà necessario essere imbracati con delle corde di sicurezza presenti lungo tutto il percorso, e inoltre tutti sono tenuti a indossare casco, giubbotto ad alta visibilità e guanti di protezione per le proteggere le mani dalle corde.

Come portata massima, si stima che sul ponte potranno transitare massimo 100 persone: non male, considerato che la durata del tragitto è abbastanza lunga, con possibili pause lungo il percorso, per ammirare la valle sottostante.

E’ così lungo che lungo il percorso sono state attrezzate diverse aree di sosta. Foto Web Source

Ponti come questo in Italia sono rari, dunque sarà una piacevole sorpresa poterne ammirare le potenzialità turistiche: la pro loco umbra si aspetta numeri di tutto rispetto, del resto la curiosità legata ad una esperienza unica nel suo genere, non tarderà a dare i suoi frutti.

Sellano, il borgo incantato

Ma dove si trova esattamente il ponte? Come detto, in località Sellano, un piccolo borgo situato ad un’altezza di 640 metri sul livello del mare: un gioiellino sulle sponde del fiume Vigi, un sito dal grande valore storico-artistico.

Luogo da favola, in cui il tempo sembra essersi fermato, immerso nella natura tipica del subappennino umbro, Sellano vanta una storia alquanto ricca, che si perde nella memoria delle conquiste romane. L’attuale connotazione del borgo risale ovviamente all’epoca medievale, quando da  acquartieramento romano, divenne villaggio fortificato, che collegava la Valnerina con Foligno.

Le stradine lastricate, le case di pietra dalle facciate ingioiellate e le piccole piazze raccontano storie di commercio, vita comunitaria e tradizioni locali, tramandate di generazione in generazione.

Usanze e tradizioni (famoso il tartufo norcino) tipiche del borgo genuino, circondato da una cornice naturale mozzafiato, che offre percorsi e panorami unici, e che da oggi si arricchisce del ponte tibetano più lungo del Belpaese.

Impostazioni privacy