San Marino sbarca alla Biennale di Venezia | Prima motivata presenza storica

San Marino è presente, anche, alla Biennale di Venezia e lo fa con un padiglione tutto suo che è stato, di recente, inaugurato alla presenza di un importante pittore americano.

Eddie Martinez, infatti, ha tagliato il nastro d’apertura proprio del padiglione sammarinese permettendo così al piccolo Stato di tornare ad essere anche lì protagonista.

La Biennale di Venezia ospita anche San Marino | Il perché della sua presenza
Manifesto Biennale di Venezia 2024 – photo web source

C’è un padiglione della Biennale molto particolare: scopriamolo insieme.

San Marino a Venezia

Il Monte Titano non si ferma solo nei suoi territori ma emigra anche oltre i propri confini e non lo fa solo dal punto di vista “umano”, con i suoi cittadini, ma anche dal punto di vista artistico. È stata, infatti, inaugurata alla Biennale di Venezia, una zona completamente dedicata alla Repubblica di San Marino che vede, per la prima volta, la presenza del piccolo Stato insieme ad un grande artista americano: Eddie Martinez.

San Marino, quindi, torna ad essere protagonista alla “Fucina del Futuro”, un padiglione molto particolare della stessa Biennale, e lo fa allo stesso modo di come lo aveva già fatto con la scorsa Biennale di Architettura, dove la stessa piccola Repubblica era già stata protagonista.

A sottolineare l’importanza di questo momento è stato il Segretario di Stato alla Cultura, Belluzzi: “Una continuazione nel pensiero, nei concetti delle persone che si muovono, il frutto di un percorso iniziato qualche anno fa. Una partecipazione che per San Marino rappresenta l’opportunità di raccontare il nostro paese attraverso l’arte, che ha una straordinaria capacità di contaminazione” – ha spiegato.

La Biennale di Venezia ospita anche San Marino | Il perché della sua presenza
Il Segretario di Stato alla Cultura, Belluzzi, all’inaugurazione del Padiglione di San Marinoa alla Biennale di Venezia – photo: facebook/Segreteria di Stato Istruzione, Cultura, Università

Un’importante mostra a suo riguardo

Lo dicevamo all’inizio, al taglio del nastro era presente, non solo la rappresentanza del Governo della Repubblica ma, anche, il Commissario Rondelli, il Vice Commissario, Varini e i titolari di “FR Istituto d’Arte”, la casa d’aste sammarinese che ha organizzato l’evento.

Eddie Martinez, con il suo progetto “Nomader” (in piena affinità e corrispondenza con il tema centrale della Biennale stessa, “Stranieri ovunque”) ha rappresentato anche la Repubblica di San Marino che ben si concentra e si addentra con il concetto di ospitalità e, da sempre, votata al dialogo e all’accoglienza.

L’installazione delle opere di Eddie Martinez si sviluppa nelle due sale del Padiglione che ospitano dipinti, disegni e sculture dell’artista e resterà aperta al pubblico fino al 24 novembre prossimo.

Impostazioni privacy