San Marino vota per la Palestina come membro a pieno titolo delle Nazione Unite

Un voto molto particolare che segna la presa di posizione anche della Repubblica di San Marino su di una questione importante dove anche i grandi balbettano.

Il voto di riconoscimento della Palestina quale membro a pieno titolo delle Nazioni Unite ha visto l’approvazione anche di San Marino.

Palestina come membro a pieno titolo delle Nazione Unite | San Marino vota SI
photo: ansa.it

Uno degli stati che si è astenuto è stato l’Italia. Cerchiamo di capire il perché di queste posizioni diverse.

San Marino vota SI

Una riunione, quella del pomeriggio del 10 maggio, alle Nazioni Unite che ha visto la partecipazione di tutti gli stati membri appartenenti all’Assemblea Generale delle Nazioni Unite. Fra questi presente anche la Repubblica di San Marino che ha espresso il suo voto. Un voto a sostegno del riconoscimento della Palestina come membro a pieno titolo proprio delle Nazioni Unite.

Si è trattato, infatti di una Sessione Speciale d’Emergenza che ha visto la Risoluzione sull’ammissione di nuovi membri alle Nazioni Unite che raccomanda al Consiglio di Sicurezza di considerare, in modo favorevole, la richiesta della Palestina a diventare membro a pieno titolo proprio delle Nazioni Unite.

L’Ambasciatore Damiano Beleffi, in qualità di rappresentante permanente proprio presso le Nazioni Unite, ha espresso il voto favorevole di San Marino, al pari della maggioranza degli Stati membri.

Palestina come membro a pieno titolo delle Nazione Unite | San Marino vota SI
photo web source

Riconosce la Palestina per entrare nelle Nazioni Unite

Anche San Marino ha ritenuto lo Stato di Palestina qualificato per l’adesione. È stata la stessa Segreteria di Stato agli Affari Esteri, in un suo post sulla pagina social, a richiamare l’attenzione sulla posizione espressa dal piccolo Stato del Titano, andando a confermare “come San Marino stesso si conformi all’Ordine del Giorno, approvato dal Consiglio Grande e Generale il 15 marzo scorso che ribadisce, tra l’altro, l’impegno della Repubblica presso le sedi multilaterali per una pace duratura e sostenibile, basata sulla soluzione dei due Stati, che garantisca pienamente i diritti dello Stato d’Israele e le aspirazioni e i diritti legittimi del popolo palestinese – scrive.

È stato lo stesso Stato di San Marino a ribadire, anche in sede dell’Organizzazione delle Nazioni Unite “la necessità di un impegno corale per la realizzazione di una pace duratura e sostenibile, basata sulla soluzione dei due Stati, per far sì che Israele e Palestina possano vivere fianco a fianco in pace, sicurezza e reciproco riconoscimento” – continua il post.

Preoccupazione viene espressa, infine, dalla stessa Segreteria di Stato per l’intensificarsi degli attacchi sulla Palestina ed il peggioramento delle condizioni in quell’area di guerra.

Impostazioni privacy