Svelato Il trucco per tutelare la tua privacy su WhatsApp

La nostra privacy, soprattutto, la sua tutela sul web, è una delle cose a cui prestare massima attenzione. Finalmente WhatsApp ha svelato il trucco per tutelare la nostra privacy.

Il web è entrato, talmente tanto, a far parte della nostra vita che, spesso, neanche ci rendiamo conto di utilizzarlo.

WhatsApp privacy

E’ il caso, ad esempio, di WhatsApp, lo strumento di messaggistica in tempo reale, più utilizzato al mondo che funziona, proprio, mediante l’utilizzo di dati.

Svelato Il trucco per tutelare la tua privacy

L’utilizzo del web, ossia, una delle innovazioni che, sicuramente, ha rivoluzionato la nostra vita, può rivelarsi anche una minaccia o, addirittura, un pericolo se non si presta molta attenzione.

La tutela della nostra privacy, quindi, diviene necessaria ma, soprattutto, fondamentale. Finalmente, WhatsApp, ha svelato il trucco per tutelare la privacy pur utilizzando questa, rivoluzionaria, applicazione.

Tutelare la privacy significa tutelare noi stessi, salvaguardare i nostri dati personali che, come abbiamo, purtroppo, visto in varie occasioni, spesso sono preda di veri e propri criminali del web che utilizzano queste nostre informazioni personali per compiere crimini, truffe, danni nei nostri confronti.

Eliminare qualcosa sul web, infatti, non è così semplice ed immediato come nella vita reale. Un documento cartaceo lo si può distruggere in vari modi eliminandolo per sempre. Sul web non è così semplice.

Ciò che viene caricato su internet, o comunque inviato mediante l’utilizzo dei dati, come accade per l’applicazione dei cellulari WhatsApp, resta spesso per sempre. Occhio, quindi, all’uso che facciamo dei nostri dati, delle nostre informazioni personali anche quando utilizziamo applicazioni di messagistica istantanee.

Per fortuna WhatsApp ha svelato il trucco per tutelare la privacy. Dal 2009, data del suo rilascio, ad oggi, questa applicazione creata da due ex dipendenti di Yahoo ed oggi inglobata in Meta, dopo l’acquisto da parte di Zuckerberg, ha rilasciato parecchi aggiornamenti per garantire la tute la della privacy e la sicurezza degli utenti.

Zuckerberg: svelato il trucco per la privacy
Mark Zuckerberg Ceo di Meta

La crittografia end-to-end è, oggi, una impostazione predefinita dell’app di messaggistica. Tutte le comunicazioni, i messaggi, le foto, i video inviati tramite WhatsApp, infatti, sono visibili solo all’utente al quale sono state inviate.

Nessun hacker, quindi, nemmeno durante l’invio dei messaggi può in qualche modo captarli. Si tratta di una tecnologia messa a punto da Open Whisper Systems. Questa, però, non è l’unica funzione a tutela della privacy, basta andare nelle impostazioni e scegliere ciò che più riteniamo opportuno.

Uno dei trucchi, però, svelato solo oggi, non riguarda impostazioni specifiche ma il ricorso all’astuzia. La società che gestisce WhatsApp, infatti, ha svelato che pur disconnettendo la connessione ad internet, è possibile continuare a scrivere i a registrare, addirittura, un messaggio vocale questo in completo anonimato e privacy senza che nessuno possa accorgersene.

Solo una volta ristabilita la connessione ad internet, questo messaggio, sarà poi inviato effettivamente all’utente finale. Insomma in questo modo potete far arrivare un messaggio ad un utente sorprendendolo e senza che abbia potuto rendersene conto.