Ma quale Granchio Blu | Ecco il nuovo vero pericolo marino. Agghiacciante

Questa estate il tormentone è stato l’infestante ed aggressivo granchio blu. Ma c’è un nuovo “alieno” in arrivo. 

Avvistato nel Mar Adriatico, a largo delle coste di Senigallia, un nuovo terrificante esemplare di granchio.

Un nome inquietante

Se già eravate terrorizzati dal Granchio Blu vero tormentone dell’estate 2023 allora preparatevi perché sta per invadere il Mediterraneo una specie di granchio ancora peggiore. Si tratta del Granchio crocifisso che, per dimensioni ed aggressività batte a mani…pardon…a chele basse il cugino blu. Un esemplare di Granchio crocifisso è stato trovato al largo delle coste di Senigallia, dunque nelle Marche ed immediatamente portato all’Istituto per le risorse biologiche e le biotecnologie marine del Consiglio nazionale delle ricerche di Ancona (Cnr-Irbim). Ma come è arrivato qui e quali danni potrebbe causare?

Granchio Crocifisso. Foto Web Source

Turista per caso

Ovviamente non c’è bisogno di elaborare chissà quali tesi fantasiose circa il modo in cui questa specie aliena (si definisce tale perché non autoctona) sia arrivata nel mediterraneo: semplicemente è accaduto ciò che, mesi fa, è successo col granchio blu: le navi lo hanno, senza saperlo, trasportato dalle acque degli oceani Indiano e Pacifico a quelle del Mediterraneo. La tesi è supportata dal fatto che gli avvistamenti precedenti, ovvero Genova nel 2022 e Livorno nel 2015, si siano verificati nei pressi di porti. Come un bizzarro turista in crociera, dunque, il granchio crocifisso ha attraversato gli oceani ed è venuto in visita nel Mediterraneo. Non è neanche il primo ritrovamento questo: un esemplare era già stato trovato a Barcellona nel 2004.

Perché é pericoloso

Partiamo col dire che il granchio crocifisso ha delle dimensioni paurose: i maschi adulti possono arrivare ad un chilo di peso. Non per niente è super pescato e mangiato nelle aree di provenienza. Per stazza e possenza i granchi crocifisso sono un pericolo per i granchi locali. Ma non è solo questo. Il pericolo rappresentato da questa specie è lo stesso dei granchi blu: sono animali che non appartengono al nostro mare e che quindi potrebbero portare alle specie nostrane tantissime malattie che i nostri pesci, molluschi e cetacei potrebbero non essere in grado di tollerare.

Granchio Crocifisso. Foto Web Source

Ma la stessa cosa vale al contrario: visto che è una specie aliena il granchio crocifisso potrebbe ammalarsi e sviluppare virus pericolosi. Ad ogni modo per ora pare non ci sia di che preoccuparsi. Del resto sono stati individuati pochissimi esemplari e non si segnalano danni o malanni. Certamente però questi fenomeni vanno tenuti sotto stretta osservazione per fare in modo che il nostro ecosistema marino resti quanto più inalterato possibile.

 

Se vuoi conoscere meglio il granchio blu clicca QUI